martedì 9 gennaio 2018

La Maledizione della Coca, gli europei, la dipendenza e il Karma


In una serata di Alpinismo e solidarietà è ospite padre Giacinto Franzoi, missionario europeo e scrittore che nel suo libro riporta la seguente storia:


  «Un’indigena del fiume Caguan, racconta una storia che lascia tutti stupiti, indigeni e forestieri:



Il vecchio capo tribù, gravemente ammalato, come nelle grandi occasioni, prende la parola e lancia per la storia di tutta l’umanità un monito, che subito si profila come una profezia:


“Nei momenti in cui il vostro spirito malinconico è stanco vorrà un po’ di allegria, queste foglie (di coca) leniranno la vostra pena e la vostra fatica. Vi daranno l’illusione di vedervi felici. 
Quando vorrete conoscere qualche cosa del vostro destino, una manciata di queste foglie, lanciate dal vento, vi darà il segreto che volete conoscere. 




Tutta la tribù si riunirà per fare questo. 
Non pretendete di risolvere i vostri problemi quotidiani abusando di questo rito. Se il bene è per uno, lo deve essere per tutti.


E quando il bianco vorrà fare la stessa cosa e oserà usare come voi queste foglie, gli succederà tutto il contrario. 


Il loro succo, che per voi sarà la forza e la vita, per i vostri padroni sarà vizio ripugnante e degenerato: mentre per voi Indios sarà un alimento spirituale, ai bianchi porterà follia. 



Figli miei, non dimenticatevi di quanto vi dico. 
Coltivate questa pianta. Lasciatela dove la trovate nella foresta, protetta dal suo abituale ambiente. Se ne avete bisogno farete il percorso che hanno fatto i vostri padri, la raccoglierete come vi è stato insegnato, senza distruggerla per avidità di raccoglierla tutta; deve essere considerata una preziosa eredità, che vi lascio per tutta la tribù e per il futuro della vostra vita. 

Cautela, affinché non si estingua, conservatela e diffondetela tra voi con venerazione e amore”.


Il vecchio Kiawa-Chuyma, terminato di dire queste parole e chinato il capo sul petto, spirò». 



Risultati immagini per cocainomane
La storia suona proprio come una maledizione lanciata dagli Indios agli europei, o meglio ancora come una profezia, poiché, i saggi Indios avendo visto la spietata e crudele sete di potere e conquista dei bianchi europei giunti nelle Americhe, intuirono che ciò che per loro era "sacro" e fedele alleato, le piante di coca, per gli europei sarebbero diventate presto motivo di follia, di conflitti, di loschi affari.


Ecco allora un duplice lezione importante:

La prima, è che gli europei colonizzando con la forza bruta le Americhe e sterminando i Nativi con le armi, rubarono si loro la terra, ma subirono quelle energie negative che loro stessi crearono con le loro cattive azione. Questo lo possiamo chiamare Karma.


Immagine correlataGli europei, distruggendo la cultura Indios e utilizzando la pianta sacra della coca per creare infiniti giri di denaro nel mondo, "pagarono e tutt'ora pagano" il prezzo di tale azione, avendo messo in moto un processo di dipendenza dalla droga del tutto sconosciuto alle popolazioni native. Gli europei facendo della sacra coca una vana merce da sballo, hanno finito per diventare loro stessi merce della coca...

La seconda lezione della storia è che laddove non esiste proibizionismo, non esiste neppure dipendenza. Sarà un caso?


Gli Indios come detto consideravano la coca come un alimento spirituale, da raccogliere con rispetto, da utilizzare solo in certe situazione, in vista di un grande sforzo fisico o in un contesto cerimoniale-religioso, una preziosa eredità che andava protetta e non coltivata in grandi appezzamenti per ricavarne denaro!

Ancora una volta, non abbiamo che da imparare dai "selvaggi" un'altra preziosa lezione di civiltà e di armonia tra uomo e natura.

Forse, anzi ne sono sicuro, è proprio la mancanza di amore e di profondo rispetto verso la natura a creare in noi europei un sacco di guai, tutto ciò che non trattiamo con rispetto ci si rivolta conto, ecco perché ciò che è sempre stato sacro per un popolo antico è divenuto dipendenza e guai per l'altro.



Racconto estratto da: http://gognablog.com/la-montagna-la-coca-gli-indios/



Risultati immagini per indios coca
br>

3 commenti:

  1. Grazie Daniele per questo bellissimo articolo che contiene profonde verità ed insegnamenti...!

    RispondiElimina
  2. These are bad for health. Better not to take these

    RispondiElimina
  3. Thank you so much for the detailed article

    RispondiElimina